Da giovane, è stato una promessa del calcio Campano, frequentando il settore giovanile dell’Avellino, e solo degli imprevisti familiari ne hanno bloccato una promettente carriera;
Imprevisti che nn gli hanno impedito di imporsi nel calcio dilettantistico Campano, militando in diverse squadre Cilentane.

Dismessi gli abiti da calciatore, ha subito indossato quelli da Istruttore Giovanile, invogliato dall’amico di sempre Alfonso D’Ambrosi, iniziando così un sodalizio ventennale di collaborazione tecnica.

La sua caratteristica principale oltre all’umiltà e alla continua voglia di aggiornarsi, è quella di riuscire a creare subito una forte empatia coi bambini, riuscendo a concentrare sui suoi insegnamenti la loro attenzione e voglia di imparare e divertirsi.